Impianti elettrici

A.F. Clima opera nel settori dell’impiantistica elettrica civile ed industriale, abilitata all’installazione, all’ampliamento ed alla manutenzione di impianti elettrici, di cui all’Art. 1 della Legge n.46/1990 lettera A e B, adesso sostituita dal Decreto Ministeriale 22/01/08 n.37, tratta la quasi totalità dei marchi italiani del settore elettrico.

A.F. Clima effettua interventi su chiamata per privati, amministratori condominiali, imprese edili e privati.

A.F. Clima in oltre rilascia la Dichiarazione di conformità per i propri impianti installati, ed esegue il controllo dei Vostri impianti al fine di rilasciare la Dichiarazione di rispondenza secondo il nuovo Decreto Ministeriale 37/08 ex legge 46/90 che attesta la conformità alle norme di quando furono realizzati.

 

Tempi

Tempi

L’impianto elettrico è vecchio, non è normale bisogna rifarlo?  Vi elenchiamo di seguito le operazioni con le tempistiche medie di un solo punto presa derivato da una cassetta elettrica, in ordine tra opere murarie, posa ed installazione impianto elettrico. Tutto questo è un esempio pratico che moltiplicato per un impianto totale o numero di prese e punti luce, può dare la dimensione del tempo totale per il rifacimento di un intero impianto.

Tracciatura sulla parete dell’impianto:

  • Scanalatura dei tracciati sulla parete lunghezza media mt 3
  • Posizionamento e muratura cassetta e scatola di derivazione
  • Posa del tubo
  • Muratura tubo
  • Rasatura muro a gesso o similgesso
  • Infilaggio  dei cavi conduttori
  • Collegamento degli apparecchi
  • Cablaggio  della cassetta di derivazione
  • Verifica  e messa in servizio

Totale tempo di lavorazione elettricista: totale min. 40

Totale tempo di lavorazione muratore: totale min. 55

Totale tempo di lavorazione muratore ed elettricista: totale min. 95

Per fare una valutazione approssimativa dell’ordine di grandezza del tempo di installazione di un impianto elettrico, è necessario dapprima contare tutti i punti luce di cui si compone l’impianto da realizzare o ristrutturare.

La dicitura “punto luce” in gergo tecnico si riferisce a tutti i punti dell’abitazione nei quali vi è erogazione o modulazione di energia elettrica. È la definizione generica dei punti interruttori, deviatori, invertitori, prese di corrente, prese tv, portalampade etc., che possono avere anche dei prezzi molto differenti gli uni dagli altri.

Una volta ottenuto il numero dei punti luce, basta moltiplicarlo per il tempo stimato  per ottenere un tempo medio totale di lavorazione.

Costi

Costi

Per valutare il costo di rifacimento o installazione di un impianto elettrico in un appartamento, o in qualunque luogo residenziale, bisogna contare, uno ad uno, tutti i punti luce (punti interruttori, deviatori, invertitori, prese di corrente, prese tv, portalampade etc.) che dovrà avere l’impianto elettrico una volta ultimato.

Una volta ottenuto il numero dei punti luce, basta moltiplicarlo per € 60,00, si otterrà una stima ragionevole del costo finale dell’impianto, a questo bisogna inoltre aggiugere il costo del quadretto elettrico di cui il base formato da un interruttore salvavita generale e due interruttori magnetotermici a protezione delle luci e delle prese costa di media € 300,00.

Si tratta di una valutazione in osservanza delle norme vigenti CEI-UNI, comprensiva del costo della mano d’opera e dei materiali (considerando come riferimento una linea di prodotti di gamma media), corrugati, scatole, quadri elettrici.

In sostanza, tutto ad eccezione di interventi straordinari, antifurto, rifiniture particolari o le opere di muratura.
Attenzione che i prezzi si intendono IVA esclusa.

Share This